Mostre, “1963 e dintorni” alle Gallerie d’Italia

eugenio miccini senza titoloUn’indagine su quanto avvenne nell’arte italiana quando, negli anni Sessanta, furono avanzate diverse proposte per uscire dall’Informale, avviene con la mostra 1963 e dintorni. Nuovi segni, nuove forme, nuove immagini”, inaugurata presso le Gallerie d’Italia a Milano, dove rimarrà aperta fino al 27 ottobre

E’ una delle periodiche mostre a tema che integrano la collezione permanente delle “Gallerie d’Italia“, dove sono raccolte le collezioni di Arte Moderna delle diverse banche che hanno dato vita ad Intesa Sanpaolo. “Pensiamo – ha detto Giovanni Bazoli, presidente del gruppo bancario – di dare, attraverso la cultura, un contributo al rinnovamento del nostro Paese, convinti che la tradizione culturale sia un punto di forza dal quale ripartire”. 

La rassegna raccoglie 30 dipinti e sculture eseguite in quegli anni da artisti singoli o riuniti in diversi movimenti.

Parte da due quadri di Manzoni e Lo Savio, che proprio nel 1963 morirono prematuramente. Seguono le opere di altri autori che agivano singolarmente, come Dorazio, Giò Pomodoro, Novelli, Perilli, Dangelo, Isgrò, Recalcati. Vi sono poi i diversi gruppi di avanguardia, che in quel periodo nacquero ed ebbero un’intensa vita, anche se spesso limitata a pochi anni. Sono la “Scuola di Piazza del Popolo“, a Roma (con Schifano, Fioroni, Lombardo, Mambor, Festa, Angeli, Maselli); il “Gruppo Uno“, anche questo romano, sostenuto da Argan e Bucarelli (Biggi, Frascà, Carrino, Pace, Uncini, Santoro); il milanese “Gruppo del Cenobio” (Ferrari, La Pietra, Sordini, Verga, Venni); il fiorentino “Gruppo 70” (Miccini, Pignotti, Marcucci, Chiari, La Rocca, Ori). 

La mostra è corredata da una parte documentaristica, in cui vengono ricordati i principali eventi storici di quegli anni, come l’uccisione di John Kennedy e la morte di Giovanni XXIII, avvenute entrambe in quel focale 1963. 

Clicca e scopri tutte le opere della Mostra “1963 e dintorni”

Clicca e scopri tutte le opere del Cantiere ‘900

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...