Mostre, le sculture di De Braud al Diocesano

Con quaranta sculture di Alberto de Braud il Museo diocesano di Milano propone da domani al pubblico una interessante mostra in scena fino all’11 novembre.

Sono tutte basate sulla figura stilizzata dell’uomo e tendono ad esprimere la fragilità dell’essere, la precarietà dell’equilibrio tra società ed individuo ed il continuo sforzo che questi affronta per cercare mete sempre più audaci.

“La figura umana – ha detto de Braud – è stato uno dei temi che ho esplorato più spesso perché lo ritengo inesauribile, essendo pieno di significati e simbolismi. Con questa mostra ho voluta offrire una visione di quanto finora ho fatto su questo soggetto a me caro”.   

Le figure sono presentate singolarmente, raggruppate, sovrapposte, intrecciate, accumulate. Con esse l’artista realizza anche figurazioni a forma di stella, piramide, arco. Le sculture sono realizzate in vari materiali: bronzo, alluminio, cera, ferro, maiolica, terracotta. Sono colorate o grezze, di varie dimensioni.

Nato a Milano nel 1959, Alberto de Braud si è diplomato presso l’americana Scuola d’Arte di Rhode Island, a Providence, ed ha esposto in gallerie e musei degli Stati Uniti dove ha anche eseguito opere pubbliche.

Nel 1994 si è trasferito a Parigi proseguendo la sua attività espositiva in Europa. Nel 1998 ha tenuto anche una personale nella sede del Parlamento Europeo a Strasburgo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...