Cultura, appello di Muti: “Bisogna fare di più”

Dopo il concerto con la Chicago Symphony Orchestra al teatro dell’Opera di Roma, il maestro Riccardo Muti ha lanciato un pressante appello per la salvaguardia della cultura in Italia.

“Il nostro è un patrimonio culturale ineguagliabile e va difeso”. Non ci sono altri Paesi al mondo con un tale patrimonio culturale, altre nazioni primeggiano, “ma noi siamo i primi per la cultura”.

“Bisogna fare di più per la cultura”, ha ribadito il suo appello. Spiegando il perché ha deciso, in onore del presidente Giorgio Napolitano presente in sala, di fare il bis con la Forza del Destino di Verdi, Muti ha spiegato che si tratta “di una goccia del mare della nostra meravigliosa storia”.

Secondo Muti il Paese deve darsi davvero da fare, anche per le prossime generazioni, per salvaguardare la cultura, altrimenti, ha detto, ci ritroveremo “in una situazione sociale gravissima”.  

Malgrado i toni pessimistici, il maestro ha voluto dissipare l’impressione di non credere nell’Italia: “Sono certo che ce la farà. Io non sono uno di quelli che vive all’estero e sputa sull’Italia, io vivo in Italia e sono orgoglioso di essere italiano”. Come se il concetto non fosse sufficientemente chiaro, Muti è ricorso anche ad una inflessione dialettale: “Non sono di quelli che inzuppa il pane qui e poi ci sputa dentro”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...