Londra, Tate acquista semi girasole di Ai Weiwei

La Tate Gallery di Londra ha comprato parte dell’installazione “Semi di girasole 2010” dell’artista dissidente cinese Ai Weiwei, che attualmente espone per un prestito. La galleria d’arte moderna ha acquistato otto milioni di semi sui 100 milioni totali.

Dall’ottobre del 2010, l’installazione si trova nella sala di mille metri quadrati della Tate un tempo occupata dalle turbine della centrale elettrica, la Turbine Hall.

L’opera simbolizza le carestie patite dal popolo cinese ai tempi di Mao Tse-tung, che tra il 1958 e il 1961 costarono la vita a più di 30 milioni di persone.

Inizialmente i semi erano stati disposti come un tappeto profondo più di 20 centimetri, su cui i visitatori potevano giocare ed esibirsi in disegni, un po’ come accade per i giardini zen giapponesi. Ma poi, a causa dei timori per i danni causati dalla polvere della porcellana, i semi sono stati disposti in una scultura conica alta un metro e mezzo.    

L’anno scorso Weiwei fu detenuto per 81 giorni dopo essere stato arrestato dalla polizia in una retata di dissidenti mobilitati a favore delle primavere arabe. Rilasciato lo scorso giugno, l’artista 54enne fu accusato di evasione fiscale e messo sotto inchiesta per pornografia a causa di una vecchia foto, denominata “una Tigre, Otto seni”, in cui posava nudo con quattro donne.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...