Teatro, all’Elfo di Milano arriva il Radiodramma

Cinque tra i più importanti autori italiani come Carlo Lucarelli, Sandrone Dazieri, Pino Corrias, Massimo Carlotto e Andrea Bajani, parteciperanno  al progetto “Autorevole“, lanciato da Fonderia Mercury e in scena al teatro Elfo Puccini di Milano.

Un progetto incentrato sulla drammaturgia radiofonica e che coinvolgerà, nei mesi successivi, altri prestigiosi autori italiani. A dare voce alle cinque storie, l’adattamento curato da Sergio Ferrentino, ideatore di “Autorevole“. L’obiettivo è portare il radiodramma dalla radio sul web, trasformandolo in audiodramma.

Le storie sono narrate da suoni e parole, da musiche ed effetti. Storie concepite espressamente per l’oralità, che daranno vita a un’immagine acustica, elemento che permetterà allo spettatore di “vedere” attraverso un mezzo cieco come la radio. I podcast di tutti questi audiodrammi saranno in vendita sul sito www.fonderiamercury.it.

In teatro si realizzerà la registrazione con il pubblico che assisterà all’allestimento sonoro. Quanto avverrà sul palcoscenico sarà al servizio di un’unica dimensione, quella dell’ascolto. E per il pubblico sarà come entrare in uno studio radiofonico mentre è accesa la luce rossa della registrazione.

I primi tre appuntamenti al Teatro Elfo Puccini sono con “Radiogallo” di Carlo Lucarelli il 25 febbraio, “Il Contabile e le murene” di Pino Corrias il 24 marzo, “Le madri atroci” di Sandrone Dazieri il 28 aprile. “Autorevole” proseguirà poi nella stagione teatrale successiva con i radiodrammi scritti da Andrea Bajani, Massimo Carlotto ed altri autori che si aggiungeranno alla sfida.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...