Aste, a maggio da Sotheby’s l’Urlo di Munch

L’unica versione dell’Urlo di Munch posseduta da un collezionista privato sarà battuta all’asta il 2 maggio da Sotheby’s a New York. Le previsioni parlano di un prezzo di oltre 80 milioni di dollari, poco più di 60 milioni di euro ai tassi attuali.

Della famosissima tela del pittore norvegese Edvard Munch, un lavoro del 1895 che raffigura una persona con le mani alle orecchie che presumibilmente sta urlando, esistono quattro versioni. Tre di queste appartengono a collezioni di musei norvegesi, la quarta è di proprietà dell’uomo d’affari norvegese, Petter Olsen, il cui padre, Thomas, era amico, vicino di casa e mecenate di Munch.

Simon Shaw, vice presidente e direttore del dipartimento Impressionisti e Arte moderna di Sotheby’s a New York, ha definito il pastello su tela, “una delle più importanti opere d’arte in mano a un privato. Vista la rarità con cui un’opera di tale portata va sul mercato – ha aggiunto – è difficile prevedere il valore dell’Urlo. Il recente successo da Sotheby’s di alcuni capolavori fa, tuttavia, prevedere che il prezzo potrebbe superare gli 80 milioni di dollari”.

Per Shaw, l’Urlo è una delle opere più immediatamente riconoscibili nel mondo dell’arte e della cultura, secondo forse solo alla Monnalisa di Leonardo. L’opera di Munch è stata spesso interpretata come il tentativo di comunicare l’ansia e l’angoscia esistenziale tipica dei tempi moderni, avvicinando, in tal senso, l’artista norvegese a Vincent Van Gogh.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...