Cultura, le notizie più importanti del 2011

17 gennaio: La “Madonna di Senigallia”, uno dei capolavori della pittura del Rinascimento italiano di Piero della Francesca, torna ad essere esposta al grande pubblico dopo un accurato restauro.

21 gennaio: firmata l’intesa tra il ministero dei Beni culturali e il patron della Tod’s, Diego Della Valle, per i restauri del Colosseo per una somma pari a 25 milioni di euro che saranno erogati alle imprese appaltatrici sulla base degli stati di avanzamento dei lavori approvati dal commissario delegato e dalla sovrintendenza.

22 gennaio: Muore all’età di 72 anni, stroncato da un cancro al fegato, Dennis Oppenheim, artista eclettico, pioniere dell’arte concettuale e tra i primi a utilizzare la performance e la video arte.

8 febbraio: Un Pablo Picasso da Guinness all’asta da Sotheby’s a Londra. “La Lecture“, il cui valore oscilla tra i 12 e i 18 milioni di sterline, viene battuto per 25,2 milioni di sterline, circa 30 milioni di euro.

20 febbraio: Record a Roma per la mostra su Vincent van Gogh al Vittoriano. Chiude i battenti con quasi mezzo milione di visitatori. 

6 marzo: Va all’asta per 10 milioni di euro La “Femme cueillant des Fleurs” di Pierre Auguste Renoir, alla galleria Dickinson alla Tefaf di Maastricht, mostra-mercato di rilievo mondiale. 

7 marzo: Il quadro più caro del mondo, un’opera di Pablo Picasso, in mostra per la prima volta alla Tate Modern di Londra, dove è stata inaugurata una nuova sala dedicata al grande artista spagnolo. Si tratta della tela ad olio intitolata “Nude, Green Leaves
and Bust” (“Nudo, foglie verdi e busto”), dipinta da Picasso in un solo giorno, il 9 marzo 1932, ritraendo la sua musa ed amante Marie-Therese Walter.

19 marzo: Torna a casa la Venere di Morgantina, la statuta trafugata oltre trent’anni fa e riconsegnata dal Getty Museum. La Venere giunge a Roma divisa in sette casse.

23 marzo: Giancarlo Galan prende il posto di Sandro Bondi alla guida del ministero dei Beni culturali e il governo reintegra il Fus a 428 milioni di euro.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...