Jean Clair: “Cattelan uccide l’arte”

Il critico d’arte francese Jean Clair si scaglia contro l’arte contemporanea e contro i suoi più grandi interpreti tra cui Maurizio Cattelan, Jeff Koons e Damien Hirst. Nel libro-manifesto Hiver de la culture” Clair contesta agli artisti di studiare solo le strategie di marketing e, a suo dire, i musei sono ormai grandi magazzini affollati da chi cerca solo mostre-evento.

Il pampleth uscirà in Italia a novembre. Alcuni stralci sono stati anticipati dal Corriere della Sera (clicca e leggi l’articolo completo).

Non è d’accordo Achille Bonito Oliva: “L’arte contemporanea è un massaggio al muscolo atrofizzato della sensibilità collettiva perché la nostra è una società di massa addomesticata dai media. L’arte ha una funzione energetica”, dice il critico italiano.

Bonito Oliva contesta con forza la tesi del collega francese, già direttore del Musée Picasso di Parigi e conservatore del Patrimonio di Francia, che si scaglia contro ogni illusione di progresso. “Le critiche di Jean Clair – ricorda – vengono da lontano. Già in altri testi ha lanciato queste invettive. Ma in realtà le sue teorie sono il frutto della sua depressione culturale. La sua è una sfiducia nel futuro”.   

E tu cosa ne pensi? Clicca e di’ la tua.  

Link: La Biennale 2001 non delude

Su Facebook tutte le foto delle opere esposte

2 pensieri su “Jean Clair: “Cattelan uccide l’arte”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...