Flop Aida “colossale”, l’organizzatrice: “Per noi è stato un successo, tutta colpa della grandine”

Dopo i tanti commenti e le reazioni a dir poco “arrabbiate” degli spettatori dell’Aida colossale dello scorso 11 giugno allo stadio San Siro di Milano eravamo stati contattati dall’ufficio stampa per un’intervista all’organizzatrice, la sig.ra Loretta Braschi per chiarire la vicenda.

Nonostante un contatto telefonico giovedì scorso non andato a buon fine perché la signora era “in riunione”, e dopo aver sollecitato più volte via mail a rispondere anche per iscritto ad alcune domande (tra cui quelle che ci avevate sottoposto commentando gli articoli precedenti), al momento non è arrivata ancora nessuna risposta. Strano, visto che erano stati loro i primi a farsi vivi per chiarire la vicenda… Poco male, forse gli impegni non le hanno consentito di dedicarci un po’ di tempo.

Per non deludere i nostri lettori però, e nell’attesa di poter finalmente porre le nostre e le vostre domande, riportiamo qui le risposte che la sig.ra Braschi ha dato a Tgcom (clicca e leggi l’articolo completo) che l’ha intervistata dopo lo spettacolo che ha messo sul piede di guerra tanti spettatori.

L’organizzatrice sintetizza così il suo punto di vista: “Siamo stati vittime della grandine“. “Abbiamo pagato gli artisti fino a un’ora prima dello spettacolo, come da contratto”. I prezzi dimezzati al pomeriggio? “Non ne sappiamo nulla”. Insomma tutti contenti: “Abbiamo festeggiato con una festicciola sul terrazzo alla fine”.

Per quanto riguarda l’allestimento, non proprio “colossale” come scritto sul cartellone, la produttrice si giustifica così: “Il 75% dei fari si è fulminato dopo la grandine, abbiamo dovuto togliere le statue giganti di nove metri di altezza, una casa di tre piani mastodontica e abbiamo lasciato solo la scenografia ‘inchiodata’ a terra. Le statue si muovevano su ruote mobili spinte da comparse che facevano gli schiavi. Non potevamo mettere a repentaglio le loro vite”.

Sul fronte dei biglietti l’ennesimo “disguido”, davvero irritante per chi li aveva già pagati a prezzo pieno (e che prezzo!). Poco prima dello spettacolo, infatti, c’è stata una corsa al ribasso, con un crollo dai 142 euro massimi dei siti di prevendita, a 60 euro per chi acquistava al momento (direttamente al botteghino e non dai bagarini!).

La sig.ra Braschi risponde così: “Non so chi sia stato, non ne so nulla e non mi risulta. Prevedavamo sconti del 20% a chi prendeva più di 25 biglietti… Forse erano bagarini”. Quanto l’intervistatore le fa notare che erano gli stessi cartelloni sulla cassa a riportare quei prezzi lei risponde con un “non ne so nulla“.

Insomma, a suo dire lo spettacolo è stato un successo: “Assolutamente. Abbiamo fatto una festicciola con drink assieme a parte del cast e i coordinatori dei ballerini e le maestranze ed eravamo tutti soddisfatti”. Come canterebbe Pino Daniele, “‘o scarrafone è bello a mamma soja”, rispondiamo noi.

Peccato che gli spettatori non siano del suo parere, minaccino azioni legali contro l’organizzazione e si siano rivolti alle associazioni di consumatori per chiedere il rimborso dei biglietti.

Come volevasi dimostrare, in questa intervista, la colpa è stata data tutta alla grandine. Anzi, a suo dire lo spettacolo è stato “un successo”. Gradiremmo che l’organizzatrice, dopo averci contattato per prima, rispondesse anche alle nostre domande: i 600 ballerini annunciati in cartellone che fine hanno fatto? Cosa c’era di “colossale”? Pubblicità ingannevole, truffa o semplice sfortuna?  Ma soprattutto, come poter avere il rimborso dei biglietti?

La prossima opera “colossale” organizzata dalla Lb Klassik sarà “Nabucco” il 22 giungo a Torino. Staremo a vedere, sperando che questa volta non piova sul bagnato.

28 pensieri su “Flop Aida “colossale”, l’organizzatrice: “Per noi è stato un successo, tutta colpa della grandine”

  1. Brava Signora Loretta! Se li goda ‘sti soldi, da me (e da tutti quelli che conosco) non ne vedrà altri, staremo alla larga dalla LB KLASSIK! Certo che sentirla dire di “non sapere nulla” del ribasso clamoroso dei biglietti (da 142 a 60 euro), fa sorgere una domanda spontanea: anche lei vive “a sua insaputa?” Non vi ricorda qualcuno? Mah…

  2. NABUCCO a FORLI il 19/11/2011 rinviato all’ultimo per motivi non chiari al 10/12/2011. il 10/12/2011 rinviato all’ultimo per motivi non chiari a data sconosciuta e a quanto pare in un altra città. Sto pensando male di questa Signora e stiamo organizzando azioni legali.

    • Sono fra i tanti “bidonati” del Nabucco a Forlì. Vorrei sapere se esiste già qualche iniziativa legale in fase di avvio. Nel qual caso vorrei aggregarmi immediatamente. Rispondetemi pure qui.

      • Gentile Gabriele, purtroppo non siamo a conoscenza di azioni legali collettive. Ma sicuramente persone che hanno chiesto rimborsi ce ne sono state. Basta leggere i commenti ai nostri articoli

  3. certo. Infatti anch’io ho chiesto alla signora Braschi il rimborso. L’ultima volta che sono riuscito a contattarla telefonicamente aveva promesso il rimborso per fine marzo. Da allora il rimborso non si è visto e lei ovviamente non risponde più al telefono. Lancio perciò un’appello a quanti hanno subito la stessa fregatura per esaminare la possibilità di un’azione collettiva. Oltre la cifra che ci ha fregato è forse più importante fare tutto il possibile a che personaggi del genere siano assicurati alla giustizia e siano messi in condizioni di non poter reiterare i raggiri ai danni di altre persone, visto che, leggendo su internet, dovunque è andata ha lasciato sempre i medesimi strascici di polemiche e di gestioni a dir poco opache e truffaldine.

  4. Il problema infatti è la mancanza di comunicazione tra gli spettatori presenti. Scriva se vuole qui la sua mail, la segnaleremo se ce lo consente alle altre persone che ci hanno contattato (non solo di Forlì, anche da Milano e altre città)… L’unione (e la comunicazione) fanno la forza!

  5. Il lupo perde il pelo ma….. A napoli il 6 luglio 2012 ha messo in scena una Aida da far piangere…. E dire ke li Nn ha piovuto!!!

  6. Io c’ero a Napoli. Ero una delle coriste di Aida!

    Lo spettacolo è iniziato così tardi perchè, da accordi già presi in precedenza, la Braschi avrebbe dovuto pagare il coro e l’orchestra prima della recita. ma la signora temporeggiava da un’altra parte…dopo un’ora e mezza,trovatasi costretta, è arrivata a saldare!! ma non a tutti (tipo alcuni cantanti solisti ed il direttore d’orchestra non sono stati pagati)
    Il pullman dell’orchestra non ha avuto nessun incidente (li mortacci loro)…come vi hanno detto, per giustificarsi del ritardo!!!
    :)
    ad ogni modo….
    tutto fa esperienza

  7. Vedo che la Braschi ora imperversa al Sud! Almeno a Napoli lo spettacolo si e’ fatto. A Forli’ invece e’ fuggita con tutto l’incasso! Io ho di recente fatto un esposto alla Guardia di Finanza. Consiglio a tutti i truffati di fare altrettanto. Visto mai che qualche Procura si decida a bloccarla definitivamente?!

  8. Buonasera, confermo il tutto questa signora si e impostata l’azienda proprio per non essere attaccata dalle leggi italiane, anche a noi come ditta di trasporti ci ha truffati per circa Euro 8000.00, ma tutti sanno e nessuno dice nulla , anche perchè lei stessa dice di essere una potenza e di avere amicizie molto importanti al governo, quindi nessuno può toccarla.
    ervicar@tin.it

    • Io penso che come ogni bravo truffatore la signora sia anche una brava millantatrice. Intanto che tutti coloro che sono stati truffati comincino a fare querele, denunce ed esposti anche se la truffa e’ stata di importo contenuto come nel mio caso. Prima o poi qualcosa succedera’. Anche Wanna Marchi sembrava imbattibile e alla fine e’ finita in galera! E dopo di che spargiamo la voce su chi e’ e come opera. Qualcuno sa dove andra’ dopo Napoli? Scriviamolo sul web, su Facebook, facciamo “catene di s.antonio” per farle terra bruciata intorno.

    • Girando su Internet a caccia di notizie sul bidone rifilato a Napoli il 6 luglio u.s. ho trovato la notizia che la Federconsumatori di Napoli si e’ fatta promotrice di qualcosa del genere. Nei prossimi giorni mi riprometto di contattarli pet proporre loro un patrocinio generalizzato a livello nazionale e non solo per la vicenda di Napoli. Faccio poi dapere qui sul blog cosa ne viene fuori.

  9. AGGIORNAMENTO SU TRUFFE TARGATE BRASCHI.
    Dopo il clamoroso flop a Napoli di inizio luglio sono partite le denunce penali da parte della Mostra D’Oltremare.
    Bene: Confidiamo nella Giustizia!

  10. La Braschi colpisce ancora. Cercando su Internet avevo visto che dopo il flop di Napoli l’Aida era prevista nientemeno che a Pola in Istria per l’11 agosto. Una verifica fatta questa sera sui siti locali porta come CANCELLATO tale spettacolo: la truffa si va ora globalizzando!

  11. ….a quando la fine di tutto questo, Monti si rende conto che il problema del nostro paese e la mancanza assoluta della pena per chi truffa?, continuo a scrivere mail a questa signora, la quale ultimamente ha avuto il coraggio di rispondere che mi avrebbe querelato, io ho accettato pregandola di farlo subito, di tutta risposta : lei e un pagliaccio e un cretino, uniamoci seriamente portiamo il tutto a Striscia, se e vero che appartiene alla famiglia Braschi/ Beninigni, pensiamo al grande sputtana mento in mondo visione, il primo che a informazioni sulla prossima inoculata colossale avvisi tutti, da parte mia anche se sulla Luna io mi organizzo e vado a prenderla. Vicari

  12. … Che tristezza, veramente… Concordo con il sig Vicari, l’idea di portare il tutto a Striscia è venuta anche a me..
    Io ho una società che si è occupata di fare la campagna di affissioni per l’evento di S. Siro dell’anno scorso e dei miei soldi (oltre 30.000 €!!) nemmeno l’ombra..
    E so anche che mai li recupererò… Cmq questa deve sparire dal mercato in ogni modo, ma temo che non sarà facile, perchè forse è riuscita ad organizzare delle date in Germania a fine agosto…

    • Il fatto che l’organizzazione di ulteriori “eventi” si stia spostando ora fuori d’Italia potrebbe essere il segno che gli spazi nazionali si vanno restringendo. Auguriamocelo vivamente. Poi all’estero è possibile che ci siano legislazioni più rigide e che truffatori della specie trovino minore tolleranza che qui da noi dove si consente impunemente a questa gente di reiterare le fregature in lungo e in largo per il Paese. Ad ogni modo l’idea di Striscia la Notizia io la prenderei in seria considerazione: in fondo basta una e-mail sul loro sito. Il sottoscritto ha solo subito una truffa di modestissimo importo come spettatore (56 euro per uno spettacolo mai tenutosi), però i sigg. Vicari e Toschi hanno subito danni ben più rilevanti che potrebbero essere interessanti per la trasmissione di Ricci.

    • Grazie dell’idea. Ho appena inviato la mia richiesta di iscrizione al gruppo. Bella idea. Io sono stato truffato a novembre 2011 in quel di Forlì. Nabucco mai andato in scena. 2 biglietti acquistati mai rimborsati per € 54,00. Ho presentato un esposto a luglio 2012 alla G.d.F. (purtroppo i termini per una querela erano scaduti). Qualche settimana fa ho ricevuto una telefonata da parte della Procura della Repubblica di Forlì che sta esaminando il mio esposto. Volevano sapere se avevo anche querelato. Chissà se si riesce a fare qualcosa. Nel mio caso attesa l’esiguità della somma rispetto a quello che leggo in altri post la questione è chiaramente di principio.

  13. Impossibile,impossibile che questa grandissima truffatrice non riusciamo a fermarla , come mai non siamo informati prima delle sue tribune stampa? Per poter presentarsi e prenderla a schiaffo mentre parla al microfono davanti a tutti? Sembra di origine tedesca, il capo dello stato tedesco, grande amica di Monti, sarà al corrente di quale schifo di persona manda in giro per il mondo? Ho conosciuto anche una sua ex dipendente, la quale ha prestato Euro 250.00 al mostro inguardabile per fare la benzina alla macchina, non li ha più restituiti, per quanto riguarda Striscia la Notizia sembra un po’ di parte, perché io sono riuscito ancora lo scorso anno ad arrivarci, ma sembra che appartenga ad una famiglia molto importante, quindi non posso attaccarla, per quello che mi riguarda non ho paura di niente e di nessuno, fino a quando campo sarà il mio cruccio, come già detto anche sulla luna se l’ informazione dovesse arrivare prima, mi serve solo il tempo del viaggio.
    Ogni festa comandata mandò alla carissima una mail con i miei migliori auguri, con la speranza che campi 100 anni, logicamente per aver più tempo per incontrarla. Spero x Beninigni che non sia una sua parente, nel caso contrario non si vergogna ad andare in televisione a parlare della nostra costituzione, di una vita gentile quando in casa sua vive una………..!

    Ernesto Vicari

    • Mi aveva parlato di uno spettacolo dell’Aida a Matera fra qualche giorno organizzato da lei. No so quanto possano essere veritiere le sue parole, ma di sicuro è già qualcosa.

  14. Buongiorno a tutti, forse ci siamo, non perdete nelle prossime settimane le varie puntate delle trasmissioni note finalmente e stata beccata la carissima Loretta Lorettina,…………..

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...