Libia, Leptis Magna è in gravissimo pericolo Truppe di Gheddafi nascoste tra le sue rovine

Una delle meraviglie archeologiche del mondo, le rovine di Leptis Magna, sono a rischio perché le truppe fedeli a Muammar Gheddafi hanno occupato l’antica città romana come base delle operazioni.

Uno dei comandanti di Misurata, Abu Mohammad, ha detto che forze di Gheddafi “si stanno nascondendo” tra le rovine di Leptis e hanno spostato nel centro protetto dal World Heritage Fund missili Grad e munizioni per evitare i bombardamenti Nato.

“Ci sono almeno cinque camion-lanciatori Grad, razzi e artiglieria tra le rovine. Sanno che la Nato non distruggerà mai quella zona”, ha detto Mohammad.

Leptis Magna si trova a 25 chilometri da Zlitan, considerata il bersaglio di una nuova offensiva ribelle nei prossimi giorni. E’ una delle più spettacolari città romane del Mediterraneo e ha dato i natali all’imperatore Settimio Severo.

I tesori di Leptis Magna
Leptis Magna fu un’antica e influente città della Libia, fiorita prima sotto i Cartaginesi e poi sotto i Romani. La città, che dal 1982 figura nella lista dei Patrimoni dell’Umanità dell’Unesco, era una delle tre che hanno dato il nome alla Tripolitania.

Tanti i monumenti e gli edifici di rilievo di Leptis Magna: l’arco di Settimio Severo; le Terme di Adriano, il Tempio delle Ninfee, il Foro dei Severi; la Basilica dei Severi; il Foro Antico; gli Archi monumentali; il chalcidicum; il Mercato; il Teatro; le Terme dei cacciatori; l‘Ippodromo.

Clicca qui e guarda tutte le foto su Facebook

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...