Tv, Passepartout tra musei e collezioni private

E’ possibile fare alcune distinzioni tra una raccolta museale e una collezione privata? Il museo nasce come luogo di studio, di raccolta sistematica, legata alla storicità e incline a dare spazio al conosciuto e al riconosciuto.

La collezione privata è invece più un capriccio, una sorta di deriva di pensieri estetizzanti legati al suo artefice, in cui si mescolano oggetti per associazioni e stati d’animo, quasi a prescindere dal loro valore artistico effettivo.

La puntata di “Passepartout” in onda domenica su Rai3 alle 13.25, propone una serie di percorsi storici ed estetici costruiti da singole personalità piuttosto che da realtà istituzionali. Si passa così dalla Collezione Khalili, alla quale l’Institut du Monde Arabe di Parigi sta dedicando un evento espositivo incentrato soprattutto sull’arte islamica, a quella del Museu Calouste Gulbenkian di Lisbona, che raccoglie la ricchissima raccolta del magnate petrolifero di origine armena.

E poi ovviamente c’è l’Italia con le sue straordinarie e raffinatissime collezioni: Poldi Pezzoli a Milano, le collezioni delle gallerie Doria-Pamphili, Borghese e Corsini, tutte a Roma.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...