Caminantes, la Sardegna e i pellegrinaggi

Dalla via Francigena alla beatificazione di Giovanni Paolo II, il pellegrinaggio da sempre è stato il dna della cultura europea

Su questo interessante tema il Comune di Sedilo (Oristano), con il patrocinio della Regione autonoma della Sardegna e dell’Accademia ASUS di scienze umane e sociali di Roma, ha organizzato per le giornate del 6, 7 e 8 maggio 2011Caminantes – percorsi e pellegrinaggi dalla Sardegna al mondo” nei locali del Museo Archeologico e nel Santuario di San Costantino. Il coordinatore scientifico del progetto è il prof. Gaspare Mura, presidente Asus e docente alla Pontificia Università Lateranense.

Clicca e scarica l’invito e il programma

Il santuario è da secoli meta di un pellegrinaggio che muove da Bono, nel Goceano, e raggiunge Sedilo costeggiando il fime Tirso alla vigilia dell’Ardia di Santu Antinu ai primi di luglio e per la novena (sas nùinas) a fine agosto.

Partendo da questa espressione della religiosità popolare, di cui fa testimonianza il romanzo “La tanca fiorita” di Giovanni Antonio Mura, si è voluta ampliare la prospettiva sul tema del pellegrinaggio, proponendo eventi diversi, musicali, artistici, culturali, religiosi.

Il Pellegrinaggio, che è metafora dell’esistenza dell’uomo, viene così visitato sotto diverse prospettive, in modo che il “piccolo” pellegrinaggio di San Costantino possa divenire il seme di una vasta riflessione sull’argomento e sulla sua attualità .

Una riflessione a tutto tondo, capace di coinvolgere anche culture e religioni diverse – ebraica, islamica, cristiana – che hanno il pellegrinaggio al loro centro, e il cui coinvolgimento intende offrire all’evento un ulteriore ed importante significato, non solo locale: quello di contribuire concretamente, in modo esistenziale e culturale
e non solo politico, al mutuo riconoscimento tra culture e religioni, al dialogo tra esperienze spirituali e religiose, finalizzato ad una convivenza di pace.

La Sardegna potrebbe così acquistare, oltre ad un’immagine culturale più autentica,un importante ruolo inter-culturale e inter-religioso nel centro del Mediterraneo. 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...