Musei gratis per la Settimana della Cultura

Mostre, convegni, aperture straordinarie, laboratori didattici, visite guidate e concerti: sono oltre 2500 gli appuntamenti gratuiti previsti per la Settimana della Cultura, che per l’edizione 2011 avrà una durata di nove giorni (dal 9 al 17 aprile) che permetteranno la fruizione libera dei musei, delle aree archeologiche, delle biblioteche e degli archivi statali.

La XIII edizione della Settimana della Cultura è un’iniziativa del ministero per i Beni e le Attività culturali.

Come le edizioni precedenti, l’evento mira a rendere maggiormente fruibile il patrimonio culturale italiano, ancora sconosciuto a gran parte degli stessi italiani.

In occasione dei festeggiamenti per l’Unità d’Italia, il Mibac auspica che, attraverso la visita nei luoghi della cultura, si infonda un senso profondo della propria appartenenza alla comunità nazionale.

Fra le novità di quest’anno il progetto “Benvenuti al Museo“, che vede la collaborazione con il Centro per i servizi educativi del museo e del territorio del Mibac. Il programma coinvolge circa 750 studenti di istituti tecnici e professionali per il turismo, licei linguistici e istituti alberghieri che collaboreranno, all’interno dei luoghi della cultura, ad attività di accoglienza rivolta sia ai visitatori italiani che stranieri.

Partner della Settimana della Cultura il Fai – Fondo Ambiente Italiano, che offre l’ingresso gratuito mercoledì 13 aprile al Castello di Masino a Caravino (Torino), alla Villa e Collezione Panza (Varese), all’Abbazia di San Fruttuoso a Camogli (Genova), al Parco di Villa Gregoriana a Tivoli (Roma) e al Giardino della Kolymbetra (Agrigento).

Legambiente partecipa con due eventi: il 9 aprile visita guidata nell’area paesaggistico-archeologica di Tuvixeddu, mentre sabato 16 aprile propone un “Viaggio in treno Cagliari-Isili” nell’ambito del progetto “Il treno: laboratorio itinerante di mobilità sostenibile e valorizzazione del paesaggio e dell’ambiente della Sardegna”, quale rievocazione del viaggio inaugurale della tratta ferroviaria avvenuta nel 1888.

L’iniziativa, promossa da Legambiente Sardegna, è in collaborazione con il Comune di Isili e Arst-FdS. Gli eventi sono consultabili sul sito web e su i-Mibac Top 40, l’applicazione compatibile con iPhone, iPod touch e iPad.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...