Alberoni: “La cultura gratis aiuta i burocrati”

La cultura sempre gratis aiuterà i soliti burocrati“. Nel suo spazio settimanale del lunedì sul Corriere della Sera, il prof. Francesco Alberoni prende in esame lo spinoso rapporto economia-cultura.

Spunto è la decisione del ministro dell’Economia che “per risparmiare ha imposto per legge che solo gli amministratori delle fondazioni culturali siano costretti a fare il loro lavoro a titolo onorifico”.

“Impedendo di retribuire gli studiosi e gli artisti che svolgono una difficile funzione imprenditoriale – scrive l’illustre sociologo – il governo li spinge ad andarsene e così, al loro posto, subentrerà un funzionario, un burocrate, che potrà fare solo attività di routine”. “L’effetto è quello della burocratizzazione delle attività culturali, l’eliminazione delle élite creative dai vertici di tutto il settore culturale pubblico”.

Conveniamo con le osservazioni di Alberoni, facendo però un distinguo: se è doveroso e necessario che chi gestisce il mercato dei Beni culturali sia giustamente ed equamente retribuito, sarebbe opportuno che la cultura fosse il più possibile accessibile a tutti, e quindi, ove possibile, gratuita per il cosiddetto “utilizzatore finale”, cioè tutti noi.

Clicca qui per leggere l’articolo di Alberoni

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...