Intercettazioni, Sgarbi: soldi vadano alla cultura

Anche se questa non è la sede per entrare nel merito del disegno di legge sulle intercettazioni, rilanciamo la proposta di Vittorio Sgarbi. “I 272 milioni di euro spesi per le intercettazioni vengano dirottati sui beni culturali“, ha detto il critico d’arte più famoso e litigioso d’Italia, nel corso della presentazione a Palazzo Giustiniani della mostra del Tesoro di San Gennaro che aprirà i battenti a Napoli dall’8 aprile al 12 giugno in sette siti diversi della città.

“Il bilancio – afferma Sgarbi – è infestato di spese inutili, come le intercettazioni che non servono a nessuno. Siccome capisco che serve anche il pettegolezzo e il voyerismo – conclude – lasciamo 15 milioni a Boccassini & co. per le intercettazioni e i restanti 257 destiniamoli ai beni culturali”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...