Cultura, Cacciari difende Bondi

L’ex sindaco di Venezia, filosofo ed esponente di spicco dell‘intellighenzia del Pd, Massimo Cacciari, difende a sorpresa il ministro della Cultura, Sandro Bondi, attaccato da più fronti e uscito indenne dalla mozione di sfiducia respinta alla Camera. Cacciari conferma che purtroppo “non ci sono risorse per una seria politica culturale” e che “è impietoso gettare la croce sul ministro Bondi“.

“Certo non è Giovanni Gentile – ha premesso l’ex sindaco senza mezzi termini -. E’ una persona sensibile che non ha una lira e non sa farsi valere”. Non si è trattato di un complimento al ministro ma la critica maggiore è andata all’intero sistema.

“In Italia le priorità sono altre, se ce ne sono – ha sottolineato Cacciari -. Si tira a campare, si sopravvive a battute, barzellette e festini e non è possibile affrontare problemi di dimensioni tali dimensioni che avrebbero bisogno di una classe politica competente e appassionata”.

Il problema però non è nemmeno il premier Silvio Berlusconi. “Lui è la punta emersa dell’iceberg – ha concluso -. E’ il Paese che non funziona. Berlusconi lo rappresenta in modo adeguato, è una rappresentazione coerente del Paese, altrimenti non sarebbe lì. Un Paese ha i governanti che si merita”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...