Led Festival, la luce non è solo un Luna Park

Milano non è la ville lumière. Di notte, l’illuminazione delle vie e piazze cittadine lascia piuttosto a desiderare.  Per questo il Comune, sul modello diLuci d’Artista” di Torino, ha organizzato il Festival internazionale della Luce, promosso dall’assessore all’Arredo urbano, Maurizio Cadeo (difficile non vedere in città i suoi manifesti personali).

 Tra le iniziative collegate al LED festival c’è Light Around, a cura dell’architetto Silvio De Ponte. La facciata del Museo della Scienza e della Tecnologia è stata illuminata con luci rosa e blu, con la scritta “Light Around” sulla sinistra e un fuoco d’artificio virtuale al centro. (Peccato per le impalcature dei proiettori, un po’ troppo invasive nella bella e riservata piazzetta San Vittore).

L”intento di Palazzo Marino di voler valorizzare i monumenti della città con installazioni artistiche che mettano in risalto palazzi, chiese, strade è sicuramente lodevole. L’inizio è incoraggiante, anche se il cammino per portare Milano al livello di altre città europee per quanto riguarda l’illuminazione pubblica è ancora lungo.

Oltre alle luci colorate, con effetti stroboscopici o scritte laser, a Milano servirebbe una migliore illuminazione tout court, partendo dalle piazze del centro storico per arrivare fino alla periferia.

E’ forse impossibile avere un’illuminazione di ampio respiro, sobria e raffinata, calda ma non kitsch, che non si riduca ai finti lampioni retrò di piazza della Repubblica o alle tristi plafoniere da biliardo? Milano ha bisogno di una vera e moderna illuminazione permanente, non solo di essere “impacchettata” come un albero di Natale o un Luna Park.

Se le vetrate del Duomo illuminate dall’interno durante le feste natalizie sono state un’idea davvero intelligente, perché con la fine del periodo natalizio le luci intorno alla piazza si siano spente e il buio regna incontrastato sotto la Madonnina dal tramonto al crepuscolo?

Durante la conferenza stampa di presentazione di Light Around (qui alcune foto dell’evento), l’assessore Cadeo ha chiesto esplicitamente un applauso per la sua iniziativa, che ha portato una nuova luce a Milano. Glielo facciamo con fiducia, visto l’impegno profuso nel progetto. Che sia un applauso di incoraggiamento, per rendere Milano sempre più bella, anche di notte.

2 pensieri su “Led Festival, la luce non è solo un Luna Park

  1. LED MILANO: Questa buffonata è finita finalmente. Sono felice ora e spero di poter vedere una magnifica Milano che amo con un vero light design degno della nostra cultura. Marco

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...